Motoitinerari: DALLE TAVOLE PALATINE AI TRULLI

La distanza totale è:
Estendi il raggio di ricerca hotel a: 50 km

Centra mappa Nascondi BH

Potete muovervi sulla mappa usando le frecce o trascinando la mappa con il mouse, usare lo zoom cliccando sul + o sul - sulla sinistra della mappa e le opzioni "mappa" "satellite" o "ibrida" per cambiare il tipo di visualizzazione.

Clicca sulle icone della legenda per visualizzare la singola categoria.

Legenda:

  •  Hotel Hotel
  •  B&B Bed & Breakfast
  •  Agriturismo Agriturismi
  •  Residence Residence
  •  Albergo Albergo
  •  Centro turistico Centro turistico
  •  Case vacanza Case vacanza
  •  Ostello Ostello
  •  Camping Camping
  •  Rifugio Rifugio
  •  Garnì Garnì
  •  Affittacamere Affittacamere
  •  Visualizza tutti

Potete muovervi sulla mappa usando le frecce o trascinando la mappa con il mouse, usare lo zoom cliccando sul + o sul - sulla sinistra della mappa e le opzioni "mappa" "satellite" o "ibrida" per cambiare il tipo di visualizzazione.

Descrizione dell'itinerario in moto

Km. 211 – tempo previsto 5 ore
Tempo consigliato 2/3 giorni


Si parte da Metaponto, antichissima colonia magno-greca che ebbe ospiti illustri, tra i quali merità una citazione il ‘padre’ del famoso teorema, Pitagora.
I resti dell’insediamento ellenico sono stati parzialmente riportati alla luce e, fra questi, il tempio di Hera del VI secolo a.c..
Quasi obbligata una visiti al Museo Archeologico e all’Antiquarium.
In alternativa ci si può stendere sulla sabbia finissima delle vicine spiagge lucane.

Addentrandosi verso l’interno, si raggiunge agevolmente la città di Matera con il suo centro storico caratteristico, i Sassi, dichiarati patrimonio dell’Unesco.
Si tratta di un insediamento che occupa i due lati di una gravina (tipica fenditura nel terreno calcareo, simile ad un canyon) e che può essere suddivisa in tre fasi storiche: un insediamento rupestre sul versante opposto alla città (venne usato da Mel Gibson per le riprese del film “the Passion”), e due insediamenti occupati senza soluzione di continuità per oltre 2000 anni, fino a quando, negli anni ’50 vennero progressivamente abbandonato per poi rinascere a nuova vita negli anni ‘90.
Oggi numerosi interventi di recupero consentono di sfruttare i Sassi come risorsa economica e attrazione turistica.

Lasciata Matera, si imbocca la strada che ricalca il percorso di quella che fu la regina delle antiche strade romane, la via Appia e, passando per i centri di Laterza, Castellaneta (città natale di Rodolfo Valentino) e Palagiano si raggiunge Massafra, la Tebe d’Italia.
La città, come d’altronde tutta l’area a ridosso del capoluogo jonico, è caratterizzata dalle gravine, lungo le pareti delle quali vi sono un elevato numero di cavità chiamate ‘grotte’, naturali o scavate dall’uomo, all’interno delle quali si possono rilevare le testimonianze della presenza dell’uomo, in molti casi risalente al neolitico.
Nel corso dei secoli la cosiddetta ‘civiltà rupestre’ ha lasciato numerose tracce della propria presenza.
Alcune di queste cavità sono state occupate ininterrottamente per centinai di anni, usate dapprima come abitazioni e in seguito come rifugi dalle scorrerie dei pirati saraceni, chiese, ricoveri per gli animali, cantine per cibi e vivande, depositi.

Riprendendo la strada verso Mottola, tipico borgo appollaiato sulla cima di un colle che domina tutto il circondario, si prosegue verso Castellana Grotte dove sarà possibile visitare le formazioni geologiche delle famose grotte scavate dal lento lavoro dell’acqua nel corso di milioni di anni, all’interno delle quali si potranno ammirare stalattiti e stalagmiti di forma e grandezza varia.
Si prosegue verso le coste adriatiche, raggiungendo la città di Monopoli dove si potranno gustare le specialità culinarie locali in locali con una vista meravigliosa sulle scogliere che guardano il mare.

Tornando verso l’interno ci si può fermare a visitare lo Zoo-Safari di Fasano, all’inerno del quale gli animali vivono in libertà, e al sua Selva, antica testimonianza delle foreste che ricoprivano un tempo il continente europeo.
Proseguendo, si raggiunge Alberobello dove è d’obbligo una visita all’antico centro storico e ai “trulli, costruzioni con il tetto a forma conica, interamente costruiti in pietra senza alcun uso di malte.
In zona è possibile gustare i tipici prodotti caseari quali le mozzarelle e la ricotta condite con l’ottimo olio extra-vergine di oliva che qui trova il terreno adatto per dare il suo gusto migliore.

Lasciata Alberobello, si raggiunge Locorotondo e la Valle d’Itria, location di un noto festival, giungendo infine nella città di Martina Franca, con il suo centro storico e le sue chiese in tipico barocco pugliese.
La città vecchia è racchiusa ancora all’interno di quelle che, un tempo, erano le mura di difesa, di cui rimangono ancora alcune porte e torri adibite ad abitazioni, ma ogni vicolo, ogni stradina meritano un’occhiata.

Fonte: Leonardo Scudella - www.motoviaggiatore.net

Strutture nelle vicinanze dell'itinerario

€ 60,00
Info


Questo nuovissimo e confortevole B&B si trova a 3 minuti di macchina dal centro e dai Sassi

BOOKING

€ 70,00
Info


Il complesso turistico Corvino Resort, a soli 4 km da Monopoli, situato in una delle zone più suggestive della costa pugliese