Descrizione dell'itinerario in moto

Un viaggio tra le cantine che producono il Lacrima di Morro d'Alba, chiamato anche Lacrima di Morro, un vino rosso DOC marchigiano la cui produzione è consentita unicamente nella zona di Morro d'Alba e comuni limitrofi.
Si dice che il nome "Lacrima" derivi dal fatto che alcuni acini, quando raggiungono la piena maturazione, si rompono e, di conseguenza, “lacrimano”
Nel nostro percorso toccheremo anche alcuni comuni produttori di uno dei vini forse più famosi della regione: il Verdicchio dei Castelli di Jesi.

Morro d’Alba, che conserva oggi numerose testimonianze del suo passato: la cinta muraria e il camminamento interno "La Scarpa", i sotterranei, il Palazzo comunale, la chiesa di San Gaudenzio e quella della Santissima Annunziata, è il nostro punto di partenza.
Qui troviamo diverse cantine che è possibile visitare su prenotazione prima di metterci in sella:
• Azienda Agricola Stefano Mancinelli
• Azienda Agricola Lucchetti
• Cantina Vicari
• Cantina Badiali & Candelaresi
• Cantina Marotti Campi

Pochi chilometri e siamo a Belvedere Ostrense, la nostra seconda meta. Un territorio che alterna dolci rilievi collinari, tappezzati di vigneti e oliveti, a piccole valli fluviali.
Il paese, circondato da mura rinascimentali, racchiude interessanti edifici religiosi, tra i quali la Chiesa Parrocchiale di San Pietro, la Collegiata di Santa Maria della Misericordia e il Santuario della Madonna del Sole.
Belvedere Ostrense rientra anche nell'Associazione Nazionale Città dell'Olio.
Qui possiamo, sempre su prenotazione, visitare L'Azienda Landi, produttori, oltre del Lacrima di Morro d’Alba anche del buonissimo Verdicchio dei Castelli di Jesi.

A circa 15 chilometri si trova Ostra Vetere, arroccata su piccoli altopiani, non presenta zone pianeggianti. Dalla parte alta del paese possiamo ammirare uno scorcio di mare.
Qui è ubicata Villa Bucci, un'azienda agricola di circa 400 ettari, di cui 26 di vigne Verdicchio dei Castelli di Jesi doc Classico, Montepulciano e San­giovese.

Prossima tappa Serra de’ Conti dove, in autunno, si tiene la "Festa della Cicerchia", prodotto tipico locale (legume povero utilizzato per zuppe..).
La cittadina, adagiata sulle alture della Valle del fiume Misa, è caratterizzata da una cinta di mura impreziosita da dieci torrioni e da una Porta fortificata e da suggestive viuzze, piazze e case che la rendono unica nel suo genere.
Qui troviamo l’Azienda Casalfarneto dove la produzione spazia dal Verdicchio Classico e Superiore dei Castelli di Jesi fino ai vini rossi di eccellenza.

Proseguiamo il nostro tour alla volta di Montecarotto, ci troviamo a cavallo tra l'alta valle del Misa e quella dell’Esino. Il paese è caratterizzato da un'ampia vista panoramica, che nelle giornate serene consente di scorgere sia il mare Adriatico che i monti dell'Appennino umbro-marchigiano.
Montecarotto è conosciuto principalmente per la produzione di vino Verdicchio. Momento migliore per visitare questo comune è nei primi giorni di Luglio, durante la manifestazione “Verdicchio in Festa e Marche Jazz & Wine Festival", in cui si stappano centinaia di bottiglie di Verdicchio accompagnate da pane e salumi. Se capitate in un periodo diverso potrete prenotare la visita all’azienda Terre Cortesi Moncaro e degustare questo e altri buonissimi vini.

Da qui ci dirigiamo verso Castelplanio più precisamente all’azienda Fazi Battaglia famosa per la produzione del Verdicchio dei Castelli di Jesi, il vino principe della zona.
Di rito un giro del paese e la visita all'Abbazia di San Benedetto de' Frondigliosi, fondata prima del 1200. All'interno, tele ed affreschi del Cinquecento.
Tra gli eventi a cui partecipare ricordiamo la sagra della crescia sul panàro, a cadenza annuale ogni luglio/agosto. Un appuntamento per degustare la crescia di polenta cotta sul panàro (disco di metallo arroventato sulle braci). Per l'occasione vengono aperte le cantine di degustazione del vino Verdicchio, e vengono allestiti stand d'artigianato locale.
Castelplanio è uno dei maggiori centri italiani per il tradizionale ed antico gioco della ruzzola, detto anche gioco del formaggio.

Ultima tappa del nostro tour, prima di riprendere la strada di casa, è Maiolati Spontini, più precisamente la piccola frazione di Moie dove si trovano le cantine che vogliamo visitare: l'Azienda Agricola Mancini e l’Azienda Monte Schiavo.

Strutture nelle vicinanze dell'itinerario

€ 45,00

Info
stella stella stella stella


Verifica Hotel è lieto di accogliere i suoi affezionati ospiti in un ambiente comodo, rilassante ed elegante.


€ 50,00

Info
stella stella stella S


L’Hotel Biancaneve Wellness spa " specchio magico "si trova a Marotta, località marittima a nord delle Marche, tra Fano e Senigallia