Moto itinerario: 1° TAPPA CARAGLIO: LE VALLI GRANA, GESSO E STURA

La distanza totale è:
Estendi il raggio di ricerca hotel a: 50 km

Centra mappa Nascondi BH

Potete muovervi sulla mappa usando le frecce o trascinando la mappa con il mouse, usare lo zoom cliccando sul + o sul - sulla sinistra della mappa e le opzioni "mappa" "satellite" o "ibrida" per cambiare il tipo di visualizzazione.

Clicca sulle icone della legenda per visualizzare la singola categoria.

Legenda:

  •  Hotel Hotel
  •  B&B Bed & Breakfast
  •  Agriturismo Agriturismi
  •  Residence Residence
  •  Albergo Albergo
  •  Centro turistico Centro turistico
  •  Case vacanza Case vacanza
  •  Ostello Ostello
  •  Camping Camping
  •  Rifugio Rifugio
  •  Garnì Garnì
  •  Affittacamere Affittacamere
  •  Appartamento Appartamento
  •  Visualizza tutti

Potete muovervi sulla mappa usando le frecce o trascinando la mappa con il mouse, usare lo zoom cliccando sul + o sul - sulla sinistra della mappa e le opzioni "mappa" "satellite" o "ibrida" per cambiare il tipo di visualizzazione.

Descrizione dell'itinerario in moto

Lunghezza del percorso: 181 km
Durata: una giornata
Periodo consigliato: da giugno a ottobre
Tipologia di strade da percorrere: strade asfaltate - extraurbane - panoramiche

Partenza da Pradleves direzione Castelmagno (m 1661) dove nel periodo estivo è aperto l’antico Santuario di San Magno. In vallata è d’obbligo concedersi una sosta per visitare le cantine di stadgionatura del Castelmagno, formaggio D.O.P. d’alpeggio prodotto in alta valle. Nei primi venti chilometri la strada procede con lunghi rettilinei per poi restringersi dopo Castelmgno quando iniziano i tornanti che portano al santuario; da qui si procede lungo una strada ancora più stretta ma di grande impatto naturalistico per la bellezza del paesaggio. Da Castelmagno si prosegue il Colle di Valcavera che conduce in ValleStura passando per il Colle Fauniera: qui, a 2481 m, vale la pena fermarsi per ammirare la statua dedicata a Marco Pantani, a ricordo delle entusiasmanti imprese di un atleta molto amato dal pubblico. Si scende quindi per il Vallone dell’Arma che porta fino a Demonte e poi si risale attraversando la Valle Stura lungo la SS21 che conduce, attraversando i paesi di Aisone, Vinadio, Sambuco, Pietraporzio, Bersezio e Argentera, al confine di stato con la Francia situato al Colle della Maddalena, Larche, Francia. Da Demonte si procede tra lunghi rettilinei e ampi curvoni fino alla Barricate di Pietraporzio; da qui la strada diventa panoramica e partono divertentissimi tornati che portano al pianoro del Colle della Maddalena (m 1996) dove è d’obbligo fermarsi per fotografare lo splendido lago alpino.

Qui si trova la stele che commemora le imprese di Fausto Coppi e il curioso cilindro bronzeo dedicato a Tazio Nuvolari che percorse il tragitto Cuneo – Colle della Maddalena ai 103 km/h su strade sterrate: il record è tutt’ora imbattuto! In Valle Stura si può abbandonare la motocicletta per sostare e degustare i “crouzet” (tipica pasta simile alle orecchiette), l’ “oula al fourn” (minestra cotta nel forno in un’olla) e l’agnello sambucano, allevato in valle, ottimo al forno. La pecora è la protagonista dell’Ecomuseo della Pastorizia a Pietraporzio in frazione Pontebernardo.

2° tappa

Strutture nelle vicinanze dell'itinerario

€ 70,00
Info
stella stella stella


Dal 1896 il Nazionale accoglie i propri ospiti, turisti di passaggio o persone che vogliono godersi il verde delle Alpi Marittime.