Motoitinerari: TOUR DEGLI ESTRUSCHI

La distanza totale è:
Estendi il raggio di ricerca hotel a: 50 km

Centra mappa Nascondi BH

Potete muovervi sulla mappa usando le frecce o trascinando la mappa con il mouse, usare lo zoom cliccando sul + o sul - sulla sinistra della mappa e le opzioni "mappa" "satellite" o "ibrida" per cambiare il tipo di visualizzazione.

Clicca sulle icone della legenda per visualizzare la singola categoria.

Legenda:

  •  Hotel Hotel
  •  B&B Bed & Breakfast
  •  Agriturismo Agriturismi
  •  Residence Residence
  •  Albergo Albergo
  •  Centro turistico Centro turistico
  •  Case vacanza Case vacanza
  •  Ostello Ostello
  •  Camping Camping
  •  Rifugio Rifugio
  •  Garnì Garnì
  •  Affittacamere Affittacamere
  •  Appartamento Appartamento
  •  Visualizza tutti

Potete muovervi sulla mappa usando le frecce o trascinando la mappa con il mouse, usare lo zoom cliccando sul + o sul - sulla sinistra della mappa e le opzioni "mappa" "satellite" o "ibrida" per cambiare il tipo di visualizzazione.

Descrizione dell'itinerario in moto

Si parte da Macinaie in direzione Castel del Piano.
Discendendo tutta la montagna, lungo la strada che conduce verso la zona del Montecucco, dopo aver incontrato i caratteristici paesi Montelaterone e Montegiovi, che meritano una visita, raggiungiamo il borgo di Montenero di Castel del Piano, la capitale del vino Montecucco Doc.

Previa prenotazione, è possibile visitare una delle interessantissime aziende produttrici di vino con i raffinati processi di vinificazione e le antiche cantine medievali.
Dopo pochi km tocchiamo Cinigiano, uno dei borghi agricoli dell’Amiata che si aprono sulla Maremma.
Si torna verso la montagna, per raggiungere le stupende sorgenti sulfuree di Saturnia di Manciano.
Ci fermiamo per una pausa al Castello dei Piccolomini di Triana, poi raggiungiamo la zona termale dove potremo fare un bagno ristoratore.
È un piacere lasciarsi cullare dalla scorrere delle acque sotto le spettacolari cascate.

Ripartiamo alla volta della zona Etrusca.
In rapida sequenza visiteremo Pitigliano, dove faremo pranzo, Sovana e Sorano, con le case scavate nel tufo e le incredibili necropoli.
La tappa successiva è Castell’Azzara, da cui possiamo godere un altro magnifico panorama, tra la Val di Paglia e l’Appennino, che segna l’ultimo orizzonte.

Ancora più il là, attraversando quella che era l’antica zona mineraria del Siele e della Selva, raggiungeremo il borgo di Santa Fiora, la perla dell’Amiata.
Straordinaria la visita alla Pieve delle Sante Fiora e Lucilla con le preziose ceramiche Robiane; l’antico Convento delle suore di clausura e la Peschiera dove si raccolgono le acque sorgive della Fiora in un stupendo parco giardino che fu degli Aldobrandeschi e degli Sforza.

È d’obbligo un aperitivo sulla piazza del comune considerata il salotto dell’Amiata.
Subito dopo, il rientro a Castel del Piano, dove ci attenderà una serata con piatti tradizionali del territorio sposata al vino Bianco di Pitigliano e ai Rossi del Morellino di Scansano.

(Km 216 h. 4.18)

Strutture nelle vicinanze dell'itinerario

€ 55,00
Info


L'agritur I Pianelli, situato a Murlo vicino a Siena e completamente ristrutturato, è un tipico esempio di alloggio a misura di famiglia e di bambini


€ 35,00
Info


In un territorio segnato dalla civiltà etrusca e bagnato dall’affascinante Lago di Bolsena, si erge l’Agriturismo Bisenzio.